Dettagli piccoli incastonati come gemme, luccicano qua e là tra le montagne e le colline e arrivano fino alla costa, facendo dell’Abruzzo uno scrigno di tesori unici.

Le montagne coprono gli sguardi, dall’alto si vedono affiorare le rocce nude e i boschi sterminati, è impensabile voler chiudere gli occhi.

La Calabria è un delicato equilibrio tra sapori forti e sensazioni dolci, come i Cedri che accompagnano la costa Jonica e diffondono il loro profumo per le stradine dei borghi, mescolandosi con la brezza marina.

Chiudere gli occhi e lasciarsi coccolare dall’aroma del caffè, la Campania è questo ma anche molto di più.

Pianure infinite e montagne tra le più alte d’Italia, nel mezzo pendii dolci che digradano fino ad incontrare le acque e le spiagge che pulsano di musica e vita.

Non meraviglia che questo luogo ispiri profondi sentimenti, per capirlo davvero basta affacciarsi sul golfo come fa il Castello di Miramare che guarda a strapiombo sulle acque, oppure allargare le braccia in Piazza Unità d’Italia, per sentire addosso l’emozione dell’immensità, nella più grande piazza d’Europa.

Vivere all’ombra del Colosseo non è un impresa facile, eppure il territorio laziale è custode instancabile di bellezze da fiaba.

La Liguria è una stretta fascia di terra in bilico tra le alte montagne e le acque cristalline del suo mare. Nonostante sia solo un lembo d’Italia racchiude nei suoi confini località adatte ad ogni età.

Avete fatto la foto davanti al duomo di Milano? Bene, ora chiudete gli occhi, dimenticate la madonnina e le guglie gotiche e respirate profondamente.

Le Marche hanno tutti gli ingredienti per realizzare un cocktail indimenticabile. L’arte è sicuramente il filo che lega tutte le città, realizzando una rete in cui la cultura millenaria si è trasformata in artigianato di qualità.

Le ruote della bicicletta corrono veloci, si arrampicano a fatica su per le colline e costeggiano le montagne.

Il Piemonte è la regione adatta ai viaggiatori in cerca di mete tranquille ma anche ricche di storia e di cultura.

La Puglia è come una donna bella e ricca a cui non manca nulla per essere ammirata, una di quelle donne che quando entrano in una stanza affollata, bloccano le conversazioni e catturano gli sguardi con il loro essere gentile e delicato.

Il mare che circonda la Sardegna è il punto di forza di questa terra e anche il suo più grande custode, che nei secoli l’ha preservata permettendole di conservare il suo animo selvaggio e puro.

Il Mediterraneo in Sicilia è un modo di vivere e di esistere che trasuda dalle pelli brune, dai colori vivaci e dai profumi intensi degli agrumi e dei prodotti genuini che abbandono sulle bancarelle dei mercati rionali di Catania ma anche di Palermo.

Le dolci colline toscane cambiano colore seguendo l’andare delle stagioni. Tenui colori pastello tinteggiano i colli del Chianti con i loro manti di vigneti e uliveti ed i borghi medievali, dipinti del colore della mattone nudo, della Terra di Siena.

Le acque che scivolano giù dai ghiacciai hanno scavato le rocce del Trentino Alto Adige, ricamando i luoghi di questa regione.

Se vorresti scappare, partire alla ricerca di te stesso ma pensi che il luogo ideale esista solo nella tua mente, non disperare, devi solo incontrare l’Umbria.

Se siete uomini e donne di città, sempre alle prese con il traffico caotico, con una vita di corsa e la metropolitana che chiude le porte proprio nel momento in cui arrivate di fronte.

L’anima del Veneto è come la sua laguna: visitata da molti e famosa per la sua bellezza, ma anche custode di piccoli segreti che la rendono unica.