Prenota Ora

Alla scoperta dell’oro giallo di Puglia

Indirizzo : Fasano, Cisternino, Ostuni, Carovigno, Ceglie Messapica, San Vito dei Normanni, Lecce, Vernole, Carpignano Salentino, Martano, Presicce, Specchia, Parco dei Paduli, Otranto Durata : 5 giorni, 4 notti

Riepilogo

VIAGGIO INDIVIDUALE

Un laboratorio itinerante all’insegna del benessere e del ben vivere tra la Valle d’Itria e il Salento alla scoperta dell’Olio e dei suoi segreti, degli ulivi millenari, delle olive e dell’intera filiera di produzione tra simboli e misteri dell’alimento più prezioso della Dieta Mediterranea.

Il tour ‘Alla scoperta dell’oro giallo di Puglia” comprende:

1 cena e pernottamento in masseria ad Ostuni
1 cena e pernottamento in agriturismo a San Vito dei Normanni
1 pernottamento a Martano in dimora storica
1 pernottamento in tipica costruzione rurale a Botrugno
4 prime colazioni
1 visita con degustazione di olio in azienda agricola a Fasano
1 visita con degustazione in azienda agricola biologica a Cisternino
1 visita guidata della Riserva Naturale di Torre Guaceto
1 degustazione in azienda agricola slowfood di Torre Guaceto
1 visita con degustazione di un forno a Ceglie Messapica
1 aperitivo salentino a Lecce
1 visita con degustazione di un’ azienda agricola di Carpignano Salentino
1 seduta di fitoterapia a Martano
1 cena contadina a Martano
1 lezione di cucina salentina e pranzo a Specchia
Noleggio auto tipo A per tutta la durata del tour
Assistenza 24 h
Polizza Medico-Bagaglio

Il programma di viaggio potrebbe subire delle variazioni per motivi organizzativi e meteorologici.

Polizza Amitour n° 6001004405/T
Polizza RC Amitour n° 1505001719/N
Licenza n° 37529 del 08/07/2016

Informazioni

Destinazioni
Fasano, Cisternino, Ostuni, Carovigno, Ceglie Messapica, San Vito dei Normanni, Lecce, Vernole, Carpignano Salentino, Martano, Presicce, Specchia, Parco dei Paduli, Otranto
Punto di Partenza

Presicce, LE

Orario d'incontro
18:00
Tipo di esperienza
Enogastronomia
Durata
5 giorni, 4 notti
Max Persone
Nessun limite
Prenotare entro
10 giorni
Informazioni di contatto

Telefono: 0833556194

Politiche di cancellazione
Disabilitata
Metodi di pagamento

Galleria Foto

Programma dell'esperienza

Giorno 1
Arrivo - Fasano - Cisternino- Ostuni

Il primo giorno in Puglia vedrà il vostro arrivo in autonomia, in aeroporto o in stazione. Qui ritirerete la vostra auto e partirete alla volta di Fasano, immersa nella piana degli ulivi in Valle d’Itria, dove un esperto agronomo e assaggiatore di olio vi accoglierà in un’antica masseria costruita con blocchi di "carparo" (il tufo delle Murge) dal tipico colore giallognolo, per darvi il benvenuto e parlarvi dei segreti sull’olio di qualità e vi darà consigli generali per l’assaggio e iniziazione alla conoscenza dell’olio nel bianchissimo frantoio settecentesco che ospita ilMuseo dell'Olio d'Oliva. Qui avrete modo di vedere e conoscere tanti strumenti della lavorazione olivicola, la grande macina, le piscine per depositare il frutto della spremitura e soprattutto i giganteschi torchi lignei. Al termine della visita potrete immergervi nel profumo dell’elegante agrumeto alle spalle del palazzo padronale e ammirare, fra le innumerevoli bellezze architettoniche e paesaggistiche della masseria, la cappella, la più maestosa fra quelle rurali del comprensorio.

  

Accompagnati dal fascino del luogo, proseguirete il vostro viaggio alla scoperta dell’olio DOP delle Colline di Brindisi e andrete alla volta di Cisternino. La diffusione degli olivi in terra brindisina ha origini molto lontane; ne danno oggi prova magnifici olivi secolari presenti nel territorio. L'Ogliarola, la varietà d'oliva principale di quest'olio, è detta anche Chiarita ed è diffusa già dai tempi dei Romani. A Cisternino verrete accolti dal proprietario di un’interessante azienda agricola biologica dove dall’incontro di natura e ricerca nascono prodotti cosmetici a base di olio extra vergine di oliva. Qui vi verrà proposta una degustazione all’interno dei suggestivi trulli del XVIII secolo e potrete assaggiare un olio extravergine d'oliva molto pregiato, detto “La Lacrima”, grazie ad un procedimento di molitura tipico del luogo. 

Ancora inebriati dalla fragranza dell’olio, partenza per la città bianca di Ostuni con visita della con-cattedrale dell’Assunta e della pinacoteca che narra la storia di Puglia di Onofrio Bramante. Dopo la piacevole passeggiata vi dirigerete alla volta della spettacolare masseria che vi ospiterà tra l’uliveto e il frantoio. 

Qui, dopo una rinfrescata sarete attesi a cena per gustare la prelibata cucina casalinga raccontata da cuochi d’eccezione circondati dalla pietra che farà da cornice al vostro ristoro. Pernottamento in masseria.

Giorno 2
Carovigno – Ceglie Messapica – San Vito dei Normanni

Dopo una ricca colazione a base di formaggi caprini, salumi, dolci, marmellate e naturalmente pane caldo con l’olio, potrete partecipare alla raccolta delle olive nei periodi di produzione dell’olio oppure spingervi fino al mare. 

Se amate la natura potrete passeggiare attraverso i paesaggi e gli ambienti de “La Riserva Naturale dello Stato di Torre Guaceto” a Carovigno, un tempo fiorente centro messapico che conserva ancora i resti delle antiche mura e oggi un importante centro di produzione di olio d’oliva di qualità. Le guide del parco vi accompagneranno lungo i sentieri dell'area protetta per scoprire insieme gli ecosistemi e gli ambienti più importanti della riserva: il litorale, la macchia mediterranea, la zona umida e il centro visite “Al Gawsit”. La parte agricola della Riserva risulta occupata da seminativi e da oliveti secolari che qualificano notevolmente il paesaggio agrario dell’intera area. Qui gli oliveti storici occupano una superficie di 260 ettari e le piante secolari di olivo appartengono alla varietà Ogliarola Salentina. Potrete così godervi una sosta rifocillante presso l’azienda agricola slowfood pluripremiata per la produzione di un olio extravergine di oliva di qualità superiore. 

Alla volta di Ceglie Messapica per una visita pomeridiana agli antichi forni del prelibatissimo biscotto cegliese con dimostrazione di produzione con antiche tecniche di preparazione. Anche qui la coltura prevalente è l'olivo. Infatti, con gli occhi e con lo spirito potrete ammirare il patrimonio di assoluto valore paesaggistico che caratterizza, con la monumentalità delle singole piante, il paesaggio delle contrade. A seguire potrete visitare l’interessantissimo "Museo della Civiltà del Trullo", realizzato all’interno di un trullo e preziosa testimonianza di quello che la civiltà contadina Messapica ha prodotto nel passato. 

Trasferimento a San Vito dei Normanni verso l’agriturismo che vi ospiterà immerso nella suggestiva campagna pugliese tra uliveti, pascoli e boschi di querce e lecci. Qui, dopo una rinfrescata e un po’ di relax, incontrerete a cena l’alimentarista che vi parlerà delle proprietà nutritive dell’olio e delle buone abitudini per gustarlo al meglio. Al termine di un tipico pasto ricco e sano, il proprietario consentirà l’ingresso alla cantina per gli ospiti che vorranno degustare selezionati vini e chiacchierare nel piano terra della casa oppure godere tra gli uliveti del silenzio della sera immersi nei suoni della campagna. Pernottamento.

Giorno 3
Lecce – Vernole - Carpignano Salentino - Martano

Dopo la colazione, partenza per Lecce, capitale del barocco pugliese. Comincerete la passeggiata partendo da Piazza Sant’Oronzo con l’Anfiteatro di epoca romana, il Palazzo del Sedile, la chiesetta di San Marco. Il trionfo del Barocco culminerà con la Basilica di Santa Croce e il Duomo contornato dal Palazzo Vescovile e dal Seminario. Potrete dedicare del tempo a interessi personali e allo shopping, oppure visitare una bottega artistica della città per scoprire i segreti della cartapesta leccese

Tipico aperitivo leccese in piazza e partenza per Carpignano Salentino con una sosta nei pressi di Vernole per una visita al Castello di Acaya, situato nell’omonimo villaggio e considerato uno dei migliori esempi di architettura difensiva rinascimentale di Terra d’Otranto. Il borgo fortificato di Acaya si trova vicino al delizioso borgo di Strudà, frazione di Vernole, dove si trova l’ulivo secolare dedicato a Michelle Obama in segno di ringraziamento per la sua lotta contro l'obesità e recentemente simbolo dell’amore per il Salento dell’attrice premio nobel Helen Mirren. 

Arriverete così a Carpignano Salentino, presso una delle realtà olivicole più rappresentative e rilevanti dell'intera provincia di Lecce, nota in ambito nazionale e internazionale, un grande oleificio dove si produce olio e si lavorano le olive in loco. Qui riceverete un’accurata descrizione dei vari tipi di olive e dello specifico utilizzo che se ne fa di ognuno, oltre che delle differenti modalità di conservazione. Potrete degustare i prodotti dell’oleificio in un clima di accoglienza e di informalità prima di partire per Martano, una delle perle della Grecìa Salentina il cui centro storico viene chiamato “terra” perché circondato da mura con fossato. 

Qui avrete modo di ammirare l’imponente Castello che fu costruito con scopo difensivo intorno al XV secolo da Ferdinando e Alfonso d’Aragona con le sue torri cilindriche e i muri scarpati, che lasciano intravedere le origini militari della costruzione. Tra gli edifici sacri meriterà sicuramente una visita la chiesa parrocchiale risalente alla fine del XVI secolo e dedicata all’Assunta, patrona del paese. Un’architettura degna di nota è anche il Palazzo Andrichi - Moschettini, costruito tra il 1710 e il 1720 e caratterizzato dall’importante portale e il balcone sorretto da sette mensoloni. Qui a Martano vi attenderà la proprietaria di una raffinata dimora storica in pieno centro. Rinfrescata e fitoterapia con prodotti naturali prima di una rilassante cena contadina in un clima accogliente e famigliare per il benessere del corpo e dei sensi. 

A fine cena potrete passeggiare tra i suggestivi vicoli tra le varie segnaletiche in griko, la seconda lingua del posto. Pernottamento. 

Giorno 4
Presicce – Specchia – Parco dei Paduli

Dopo colazione spostamento a Presicce, il territorio salentino con il maggior numero di trappeti a grotta. I più antichi sono ancora identificabili sulla Serra di Pozzomauro, scavati nella roccia calcarenitica, probabilmente, da comunità agricole pastorali con l'ausilio e l'esperienza dei monaci basiliani, nel tentativo di riorganizzare le popolazioni superstiti scampate alle invasioni dei saraceni del IX e X secolo. Visita di uno dei “frantoi ipogei”, testimonianza di architettura industriale e della vita sociale ed economica salentina degli ultimi secoli, grandi strutture realizzate sotto il livello del suolo per mantenere la temperatura dell'ambiente sempre tiepida onde evitare la solidificazione dell'olio. 

Tornati alla luce e rifocillati da una pausa ristoro con delizie locali, partenza per Specchia, uno dei “borghi più belli d’Italia”, che con la piazza e il castello perfettamente restaurati sembra un salotto. Nel centro storico di questo borgo molto antico, risalente probabilmente all’età del ferro, potrete ammirare l’imponenza del Castello Risolo e bei palazzi caratterizzati da decorazioni barocche che spiccano nell’impianto architettonico quattrocentesco, costituito da stradine, scalinate, cortili e portoni anch’essi baroccheggianti. Particolarmente interessanti la Chiesa Madre del 1600 e la chiesa convento dei Francescani Neri dell’inizio del ‘500, oltre ai diversi edifici gentilizi che nobilitano il centro storico. Qui potrete seguire una lezione di cucina salentina e gustare il cibo preparato con le vostre mani. 

Relax e partenza per un’esperienza fantastica e rigenerante presso l’area rurale del Parco dei Paduli, connotata da un paesaggio prevalentemente dominato da ulivi e che ricopre un’area occupata fino al 1800 da una fitta foresta di querce e dove un antico uliveto è oggi diventato un luogo dove riposare durante le vacanze e dormire sotto le stelle, a diretto contatto con la natura. I ‘nidi’ sono dei meravigliosi rifugi che sono stati realizzati soltanto con i materiali di scarto dell’agricoltura. 

Nelle notti di bel tempo potrete dormire sotto le stelle, mentre in caso di pioggia troverete ospitalità nelle tipiche costruzioni rurali presenti sul posto, che sono state riqualificate secondo i criteri della bioedilizia. Pernottamento.





5 Giorno
Otranto - partenza

Il vostro tour è giunto ormai al termine, ma dopo colazione, in base all’orario di partenza del vostro volo o del vostro treno, potrete fare una passeggiata a Otranto, il punto più ad est dello stivale, la città dei Martiri, un gioiello del Salento, un ponte fra Occidente ed Oriente, un territorio pieno di spiagge caraibiche, un luogo ricco di storia, arte, cultura, che troverete di strada prima di raggiungere il vostro aeroporto.

Qui lascerete la macchina noleggiata e vi imbarcherete sul vostro volo o prenderete il vostro treno, con il nostro migliore augurio di buon rientro e di un arrivederci al prossimo tour.

Dove ci incontreremo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, ne accetterai l'utilizzo.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi